Biografia

BIOGRAFIA

 

biografia ivan righiniIvan Righini nasce a Mosca il 16 aprile 1991 come Ivan Vadimovich Bariev (Righini è il cognome della madre da nubile). Dopo aver trascorso l’infanzia in Italia, a Milano, torna a Mosca. Inizia a pattinare a 6 anni, quando viene introdotto nella scuola di Marina Kudryavtseva; gareggia poi per la Russia con il cognome Bariev.
Alla fine di ottobre 2007 Ivan subisce un intervento chirurgico al menisco del ginocchio destro. Nel 2008 conquista il settimo posto ai Campionati del Mondo Junior e alla finale del Grand Prix Junior. Nel 2008 e 2009 è anche campione nazionale russo nella categoria Junior.
A causa di un nuovo infortunio, Ivan perde la maggior parte della stagione 2009/2010. Ma nel 2011 arriva la prima medaglia internazionale (bronzo) tra i Senior al Golden Spin di Zagabria. Allenato negli ultimi due anni da Nikolay Morozov, gareggia per la Russia fino all’autunno del 2012.
Deciso a dare una svolta alla sua carriera agonistica e grazie alla doppia cittadinanza, Ivan dichiara la sua volontà di competere per l’Italia. Riceve il permesso dalla federazione Russa nel maggio 2013 e fino al 29 ottobre 2013 attende il ritorno alle gare così come previsto dal regolamento ISU nel caso di cambio federazione. Allo stesso tempo cambia allenatore e sceglie Oleg Vasiliev, spostandosi così sul ghiaccio di San Pietroburgo.
Ivan debutta per l’Italia con il cognome della madre, Righini, alla Merano Cup (14-17 novembre 2013) piazzandosi quinto; vince poi la medaglia di bronzo al Golden Spin di Zagabria (5-7 dicembre 2013).
A Merano conquista il titolo italiano (18-21 dicembre 2013) e agguanta l’oro anche al Bavarian Open (29 gennaio-2 febbraio 2014). Selezionato per i Campionati del Mondo a Saitama, Giappone (24-30 marzo 2014), termina la competizione al 13° posto (14° nello short, 12° nel free).
Dalla stagione 2014-2015 Ivan si allena con Michael Huth (sede a Oberstdorf, Germania). Proprio ad Oberstdorf, Ivan inizia la nuova stagione partecipando al Nebelhorn Trophy (25-27 settembre 2014) e piazzandosi all’8° posto. Il 14 e 15 novembre Ivan debutta nel circuito dei Grand Prix partecipando alla Rostelecom Cup di Mosca; seconda tappa poi al NHK Trophy di Osaka il 28 e 29 novembre.
Ai Nazionali (Torino, 20-21 dicembre 2014) Ivan si riconferma Campione Italiano. Debutta ai Campionati Europei (Stoccolma, 26 gennaio – 1 febbraio 2015) arrivando all’8° posto (5° posto nel Free Skating). Medaglia d’oro alla Challenge Cup (L’Aia, 21-22 febbraio 2015) e nuovo Personal Best con il punteggio di 226.95. Nel Free Skating della medesima competizione Ivan firma il nuovo record italiano con 153.48. Sfortunati i Campionati Mondiali (Shanghai, 23-29 marzo 2015), nei quali Ivan piazza il suo Short Program al 25° posto (24 gli atleti ammessi al Free Skating).
La stagione 2015-2016 inizia con il 10° posto alla Cup of China (Pechino, 6-8 novembre), raggiungendo già i 200 punti nel total score. Dopo le partecipazioni alla Rostelecom Cup (Mosca, 20-22 novembre) e alla Warsarw Cup (Varsavia, 27-28 novembre), riconferma il podio più alto ai Campionati Italiani e conquista il terzo titolo consecutivo. Ai Campionati Europei di Bratislava (25-31 gennaio) migliora tutti i Personal Bests e i primati italiani nel Singolo Maschile, Short e Free, ottenendo il punteggio finale di 236.36 e il 6° posto europeo. All’ultimo appuntamento della stagione, i Campionati Mondiali di Boston (28 marzo – 3 aprile) Ivan si piazza al 12° posto: nel Free Skating esegue un ottimo quadruplo Toe loop, primo in competizione nella sua carriera.

Vuoi conoscere meglio Ivan? Leggi le sue risposte alle nostre domande: TUTTO SU IVAN →

 

TEAM

ALLENATRICE: Svetlana Sokolovskaya – Mosca
(allenatori precedenti: Franca Bianconi, Michael Huth, Oleg Vasiliev, Nikolai Morozov, Marina Kudriavtseva)

COREOGRAFI STAGIONE 2017-2018: Daniil Gleykhengauz (Short Program)
(coreografi precedenti: Paola Mezzadri, Barbara Riboldi, Rostislav Sinicyn, Jeffrey Buttle, Alexander Zhulin, Sergey Petukhov, Daniil Gleykhengauz, Svetlana Korol, Alla Kapranova)

CLUB: IceLab Bergamo
(club precedenti: Forum Assago, Moskvich)

Translate »
Seguimi sul mio profilo FacebookSeguimi su InstagramSeguimi su Twitter