Articoli e interviste

記事とインタビュー (イタリア語、英語、ロシア語)

 

La rivista di pattinaggio “Doppio Axel” – giugno/settembre 2016 – N. 59

Intervista di Filippo Ferrari
 
ivan-righini-doppio-axel
 

Intervista con Ivan Righini – 28 agosto 2016

di Barbara Castellaro – da artonice.it

CONTINUA SU ARTONICE.IT
 

Intervista con Ivan Righini – 14 ottobre 2015

di Barbara Castellaro – da artonice.it

CONTINUA SU ARTONICE.IT
 

Fisg – 23 febbraio 2015

di Luca Reboa – da fisg.it

fisg-ivan-righini-homepage

 

Intervista con Ivan Righini – 7 gennaio 2015

di Barbara Castellaro – da artonice.it

CONTINUA SU ARTONICE.IT
 

Video intervista con Ivan Righini – 18 novembre 2014

in russo – da sportbox.ru
 
sportbox
 

Intervista con Ivan Righini – 10 luglio 2014

di Vladislav Luchianov – da icenetwork
 
ivan-righini-icenetwork
 

Intervista con Ivan Righini – 19 maggio 2014

di Ryan Stevens – da skateguard1.blogspot.ca
 
ivan-righini-skateguard
 

La rivista di pattinaggio “Doppio Axel” – Aprile 2014 – N. 45

SAITAMA (Giappone) – (…) Perché Saitama è stato il Mondiale perfetto per i Men? Perché la gioia del pubblico giapponese è contagiosa e commuove ogni amante di questo sport. E perché regala all’Italia, dopo due stagioni tetre seguite al prematuro ritiro di Samuel Contesti, un nuovo vero talento: Ivan Righini Bariev, oriundo russo con passaporto italiano che ci riporta in Finale e, col suo tredicesimo posto definitivo, è il quinto pattinatore europeo in ordine di classifica. Stoccolma 2015 arriviamo!
© Emanuele Belluco
 
Intervista al presidente della FISG Giancarlo Bolognini:
 
ivan righini doppio axel 2014
 

“La Gazzetta dello Sport” – 29 marzo 2014

gazzetta sport 29 marzo
 

“La Gazzetta dello Sport” – 27 marzo 2014

gazzetta sport 27 marzo 2014Righini, dalla Russia con furore
«Con l’Italia arriverò all’Olimpiade»
 
SAITAMA (Giappone) – «L’Italia è la mia seconda occasione, è la mia ripartenza». Parole di Ivan Righini, ex Ivan Bariev, 22enne moscovita di stanza a San Pietroburgo che, da sei mesi, gareggia da azzurro. «Righini è il cognome di mia mamma – spiega – Io, dai 2 ai 6 anni, ho vissuto a Milano. Capisco bene la lingua, ma non la parlo più, anche se presto mi metterò a studiarla. La Russia si pentirà di avermi fatto andar via: con l’Italia arriverò almeno fino all’Olimpiade 2018. E nel frattempo sarò tra i primi sei in Europa e centrerò risultati importanti ai Mondiali. In questo vorrei entrare tra i primi dodici, così da garantirmi la partecipazione al prossimo Grand Prix».
Dopo il tecno-Bolero del corto (caduta sul triplo axel iniziale, per il resto un ottimo programma), è 14°, ma a soli 30/100 di punto dalla posizione ambita. In testa, per la gioia dei 18.000 della Super Arena, un giapponese: non l’oro olimpico Yuzuru Hanyu (3° dietro anche Javier Fernandez), bensì uno scatenato Tatsuki Machida. Righini domani, col libero, sulle note della colonna sonora di «C’era una volta in America» di Ennio Morricone («l’ho scelto quale omaggio al mio nuovo Paese» ammette), tenterà la rimonta. Campione junior russo nel 2008 (quando si allenava con Marina Kudriatzeva mentre ora, passando da due stagioni con Nikolai Morozov, è seguito da Oleg Vassiliev), la sua carriera è stata rallentata da due gravi infortuni, prima a un ginocchio e poi a un piede, con relativi interventi chirurgici. «I miei idoli sono stati Yagudin e Lambiel – racconta -, ho apprezzato Contesti, ma ora voglio alzare il livello del pattinaggio italiano maschile: la prossima stagione, quando nel corto pattinerò su musiche di Michael Jackson, inserirò un quadruplo in entrambi i programmi. Finalmente posso far vedere il mio valore».
© Buongiovanni Andrea
 

La Gazzetta dello Sport – 26 marzo 2014

SAITAMA (Giappone) … Tra i personaggi meno noti che cercano di tenere alta la bandiera tricolore c’è Ivan Righini, una new entry assoluta. Il ragazzo, italiano da parte di madre e all’esordio in azzurro su un grande palcoscenico, ha avuto buoni trascorsi giovanili da russo e ora, superati anche pesanti infortuni, comincia una seconda vita. E lo fa al meglio, non fosse per una caduta sul triplo axel che apre il corto. L’attuale 14° posto (69.43) è comunque risultato da apprezzare.
© Buongiovanni Andrea
 

La rivista di pattinaggio “Doppio Axel” – Gennaio 2014 – N. 42

ivan righini doppio axel
 

“ArtOnIce.it” – 5 novembre 2013

Ivan Righini lancia la sfida: scelgo l’Italia per entrare nella storia
Intervistato da Barbara Castellaro
 

Radio “La Voce della Russia” – 16 dicembre 2013

Ivan Righini, stella nascente del pattinaggio italiano
Leggi e ascolta l’intervista a Ivan da Mosca

 

La rivista di pattinaggio “Doppio Axel” – Novembre 2013 – N. 40

001 doppio axel002 doppio axel003 doppio axel004 doppio axel005 doppio axel006 doppio axel

Translate »
Seguimi sul mio profilo FacebookSeguimi su InstagramSeguimi su Twitter